Statuette di zucchero

pupi
Dolce tipico – insieme alla frutta di martorana – della festività dei morti, costituisce il dono per eccellenza portato ai bambini dai parenti defunti. Il pupo di zucchero o pupaccena ritrae il classico paladino, figura eroica dei mitici paladini del teatro popolare, o la classica siciliana che danza la tarantella.
Il pupo di zucchero è simbolo di sincretismo tra tutte le culture che hanno influenzato la Sicilia: dalla quella pagana, al quella greco-sicana, a quella cristiana.
Un dolce povero dal punto di vista materiale, ma ricco di significati artistici e sentimentali.
La sua lavorazione consiste nello sciogliere lo zucchero ad una temperatura di circa 120°, versato poi in appositi stampi in gesso realizzati dagli stessi maestri pasticceri. Una volta solidificatosi, la statuetta è pronta per essere decorata, come una vera e propria opera d’arte.

INGREDIENTI: zucchero, albume, alcool puro, coloranti E102, E104, E110, E122, E132, E151, E153, E904